Leghe leggere metalliche a base di alluminio, magnesio e titanio

Gruppo di lavoro
 
 

Collaborazioni

Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Parma, Politecnico di Torino.

Attività

Negli ultimi anni l'interesse per le leghe leggere (a base Al,  Mg e Ti) è andato crescendo soprattutto in settori strategici quali quelli dei trasporti e dell'energia. Infatti, a causa della bassa densità e dell'elevata resistenza meccanica, tali leghe trovano ormai numerosi impieghi strutturali in campo automobilistico, aerospaziale e biomedicale. Tuttavia, numerosi problemi irrisolti, riguardanti la formazione e l'evoluzione delle fasi indurenti, costituiscono ancora una limitazione alle possibili applicazioni.

La presente ricerca si occupa dello studio dei processi di formazione e di crescita delle fasi secondarie responsabili delle proprietà meccaniche delle leghe.Le leghe leggere studiate appartengono alla categoria delle leghe da trattamento termico in cui il principale meccanismo d'indurimento è la precipitazione delle fasi secondarie a partire da una soluzione solida sovrassatura termodinamicamente instabile. In tali leghe, il clustering di atomi di soluto è il meccanismo che dà inizio alla formazione dei composti indurenti. Questa fase iniziale determina la distribuzione spaziale e la forma dei precipitati indurenti e, quindi, le proprietà meccaniche della lega stessa.

Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono i seguenti:

  • caratterizzazione delle nanofasi presenti nelle leghe nei primi istanti di precipitazione e delle loro interazioni con i difetti reticolari;
  • studio dell'evoluzione microstrutturale delle leghe in funzione dei trattamenti termici effettuati;
  • correlazione tra la microstruttura ottenuta mediante i trattamenti termici e le proprietà macroscopiche delle singole leghe;
  • messa a punto di una sequenza di trattamenti termici capaci di realizzare una ben determinata distribuzione dimensionale e spaziale dei precipitati indurenti;
  • trasferimento dei risultati ottenuti alle industrie del settore sotto forma di protocolli operativi.