Stabilità di opere di sostegno in condizioni sismiche

Gruppo di lavoro
 
Collaborazioni
Tampere University of Technology
 
Descrizione del campo di attività
Si tratta di una ricerca intrapresa con l’obiettivo di migliorare le caratteristiche meccaniche (resistenza, compressibilità) e di valutare le prestazioni idrauliche (conducibilità idraulica) di terreni compattati previa additivazione con leganti, per l’impiego in diversi settori della geotecnica (rilevati, rivestimenti di sponda di discariche controllate, costruzione di argini).
I legati studiati sono cemento e calce.
Con riferimento al cemento, mentre è noto che esso incrementa la resistenza al taglio dei terreni proporzionalmente alla sua quantità ed indipendentemente dal tipo di terreno, la conducibilità idraulica può essere ridotta o incrementata di alcuni ordini di grandezza al variare del tipo di terreno e della percentuale di cemento aggiunta. E’ stata svolta un’apposita sperimentazione di laboratorio su numerosi diversi terreni, per investigare un ampio range di caratteristiche granulometriche e mineralogiche che ha consentito di definire, mediante analisi statistica, un modello di previsione dell’efficienza dell’additivazione con cemento nel ridurre la conducibilità idraulica in funzione di variabili legate alla mineralogia, alla granulometria ed all’energia di compattazione.
Per quanto riguarda il trattamento con calce, la ricerca è finalizzata all’analisi dei tempi e delle modalità dei meccanismi di interazione fra calce (viva e spenta) e terreno ed all’analisi dell’influenza di fattori intrinseci del terreno e delle modalità di additivazione e compattazione sulle caratteristiche meccaniche ed idrauliche del terreno additivato nonché alla valutazione del loro comportamento nel tempo. L'analisi della microstruttura dei terreni trattati con calce è stata utile per l'interpretazione dei risultati sperimentali.
Sono state studiate le correlazioni tra i parametri di resistenza al taglio e le principali variabili del trattamento della calce per ottimizzare la procedura di mix-design, insieme alle caratteristiche di compattazione e di plasticità.
È stato inoltre avviato uno studio di fattibilità sulla stabilizzazione con calce viva di argille sensitive finlandesi.